LE CITTÀ VISIBILI

Performance urbana site specific con danzatrice/performer, cantante lirica e musica elettronica live.

La performance è il risultato di una settimana di studio condotta nel territorio del Marghine (Sardegna), dove il collettivo è stato invitato in residenza dal Festival Propositivo in collaborazione con La Sapienza Università di Roma, Politecnico di Milano e Sardegna Teatro.

 

A causa di una industrializzazione accelerata e indiscriminata che ha coinvolto il petrolchimico e l’industria pesante, con ingenti investimenti di denaro scomparsi nel nulla, il territorio intorno al Comune di Macomer dopo anni di intensa attività ha subito un grave spopolamento: la maggior parte delle fabbriche sono state chiuse e ora giacciono abbandonate come cattedrali nel deserto, la terra inquinata di scorie chimiche ha ammalato molti abitanti e la maggior parte dei giovani ha deciso di studiare e lavorare altrove. La performance racconta proprio questo processo di spopolamento e il sogno dei ragazzi e delle ragazze di Macomer di poter tornare ad investire energie, desideri e speranze sulla propria terra d’origine.

 

Sul territorio, il collettivo ha condotto interviste qualitative agli abitanti, traendone un breve testo tradotto in sardo dalla cantante lirica, che il collettivo ha incontrato direttamente in loco e che è stata inserita all’interno della performance.

La performance è andata in scena in una delle piazze del centro storico della città, preceduta da un video riassunto delle interviste condotte.

Cast

Nicole Petruzza
Maria Martina Palla

Drammaturgia

Sofia Bolognini

Musiche e live sound performance

Dario Costa

Regia

Sofia Bolognini

Ricerca Sociale

Dario Costa

Assistente alla Ricerca

Edoardo Borzi

VIDEO PERFORMANCE E LAB SITE SPECIFIC