RANCORERABBIA TechnoFluoEd. (CANTIERI INCIVILI)

E tutto l’amore che mi hanno strappato. E tutto l’amore che non ti ho dato. Lo consegno al vento.

RANCORERABBIA è un’esposizione cruenta e lancinante di due corpi esplosi, che rovesciano i propri organi nel tentativo disperato di costruire una narrazione coerente dell’oggi. La narrazione procede per trasfigurazioni ed epifanie, in un crescendo che delinea i contorni di una impossibile Rivoluzione come sogno nostalgico, vuoto e paradossale. Corpo, luce e musica compongono un’architettura scenica muscolare, misurata e aggressiva. RANCORERABBIA is a cruel and lancinating exposure of two burst bodies, which spill their organs out to desperately attempt to build a coherent narrative of nowadays. The story proceeds in episodes and a crescendo outlines the shape of an impossibile Revolution, as a nostalgic, paradoxical and empty dream. Body, light and music compose a muscular, measured and aggressive scenic architecture.

Un testo poetico, psichedelico, allucinato, grottesco. Una sorta di apologia dell’assurdo che diventa crudele perché idiota.

Cast

Aurora Di Gioia
Cesare D’Arco

Drammaturgia

Sofia Bolognini

Musiche e live
sound performance

Dario Costa

 Regia

Sofia Bolognini

Assistente
alla regia

Dario Costa

APERTURE PUBBLICHE STUDIO
11/06/2017 – Festival Inventaria, Sezione Pillole – Teatro Studio Uno, Roma.
14/10/2017 – Festival InDivenire – Spazio Diamante, Roma

PREMI e RICONOSCIMENTI
– PREMIO INTERNAZIONALE DI DRAMMATURGIA CONTEMPORANEA “L’Artigogolo” 2017