CANTIERI INCIVILI è un percorso tematico esplorativo sull’instabilità materiale e immateriale dei e delle giovani under 35 che vivono in Italia.
La ricerca è iniziata nel 2016 in collaborazione con La Sapienza Università di Roma ed è stata condotta attraverso laboratori, interviste e focus group producendo una serie di esiti artistici anche molto diversi tra loro in termini di linguaggio: un’installazione audiovisiva, una performance di danza videomapping e live music, una performance/concerto site specific e uno spettacolo teatrale che ha debuttato presso il Piccolo Teatro di Milano.

La ricerca sociale è partita dal concetto di precarietà all’interno del mondo dello spettacolo dal vivo per poi estendersi al concetto più ampio di instabilità tout court, ponendo l’accento soprattutto sulle conseguenze emotive, attitudinali e di lettura dell’esistente che caratterizzano la generazione in questione.

Tra laboratori frutto di open call gratuite e sempre partecipate anche sul territorio internazionale (a conferma di un’urgenza reale da parte dei creativi e delle creative under 35 di raccontarsi e raccontare, dire la propria sul tema), interviste e focus group sono stati coinvolti in totale 120 giovani donne e uomini compresi tra i 20 e i 35 anni, coordinati da due ricercatori sociali (Dario Costa e Daniele Panaroni), una consulente filosofica (Sofia Bolognini), due teatrologi e critici (Edoardo Borzi e Cesare D’Arco), e il gruppo di videomaker Smoking Duis.

PER SAPERNE DI PIÙ