Riaprono i Cantieri Incivili!

 

RIAPRONO I CANTIERI INCIVILI
Prosegue la ricerca bologninicosta sull’instabilità materiale e immateriale dei e delle giovani under 35 residenti in Italia.

ROMA VS BOLOGNA
I CANTIERI INCIVILI inaugurano l’asse Roma-Bologna:

Roma, 7/8 Aprile 2018
– RANCORERABBIA (NUOVO STUDIO!!) primo movimento: vivisezione -> Ar.Ma Teatro @ DOIT Festival

Bologna, 18 Aprile 2018
– ST(r)AGE -> AtelierSì @ Poverarte Festival

Torniamo a parlare dei giovani, degli studenti, dei laureati, dei precari, dei disoccupati e facciamolo con la danza e il teatro, facciamolo per le strade, facciamo a Roma, facciamo a Bologna, facciamo un casino, FACCIAMO UNA STRAGE!

—–
Primo appuntamento: se t’incazzi e poi ti scazzi è tutto un cazzo che t’incazzi. RANCORERABBIA, Roma ripulita zona Prati, traffico limitato, spriz a otto euro e mezzo e dentro un palazzo ci sta l’Ar.ma Teatro e dentro l’Ar.ma Teatro ci sta il DOIT Festival. Il programma è tutto un programma: le nuove penne sono la prima linea e RANCORERABBIA festeggia la vittoria del concorso di drammaturgia nazionale e internazionale l’Artigogolo 2017 e la pubblicazione a cura della casa editrice ChipiùneArt Edizioni. Come ospiti all’interno del DOIT Festival, noi ci mettiamo quello che ci piace di più: la multidisciplinarietà, il dialogo tra le arti, l’alleanza tra artisti.

“RANCORERABBIA primo movimento: vivisezione” è uno studio che ha molto a che fare con la danza e la video installazione e poco a che fare con il teatro. Non fatevi illusioni: ad accogliervi non troverete un simpatico attore che ve la fa tajà, ma un danzatore cazzuto pronto a farvi dimenticare la macchina che avete lasciato in doppia fila, il tutto condito con la techno abbruttita del Maestro che scoperchia pure i tetti oltre il Raccordo Anulare.
Abbiamo preso un testo teatrale e l’abbiamo smembrato. Poi abbiamo preso un coreografo e gl’abbiamo detto: “Mo vedi che devi fa”. Per chiudere in bellezza, abbiamo arruolato un videomapper e così è iniziata la vivisezione. Raverini de tutta Roma, unitevi!

—–
Secondo appuntamento: CANTIERI INCIVILI fa strage di cuori a Bologna City. Il feudo degli universitari incalliti è sotto assalto: nel cuore della città rossa, l’Ateliersi, un’alleanza compatta di compagnie ha dato vita ad un festival e questo festival si chiama Poverarte. Poverarte risponde alla mancanza di fondi con la ricchezza di contenuti, e ci dà sotto di brutto con l’arte bella a prezzi popolari: dentro ci siamo noi, fieri di presentare per la prima volta al pubblico bolognese la nostra, personalissima ST(r)AGE.
“ST(r)AGE” è uno spettacolo che parla della rinascita dell’arte dopo la morte dell’arte. È un incubo postapocalittico in cui un grottesco ensemble di artisti decide di suicidarsi per schiribizzo, perché la loro vita è una merda. I toni sono pulp, preparatevi a ridere amaro. Vi promettiamo una tragedia punk, ironica al punto giusto, crudele quanto basta – e che finirà male, malissimo. Insomma, giuriamo solennemente di non avere buone intenzioni e che, se verrete a trovarci, non ve ne pentirete.

Abbiamo intervistato più di dieci persone, abbiamo condotto una ricerca sociale sulla precarietà. Abbiamo catturato quattro attori selvatici che ringhiano e graffiano come animali. Abbiamo pescato uno dei più grandi filosofi pensatori della postmodernità. E così è nata la ST(r)AGE. Venire per vedere, vedere per credere!

Lascia un commento