bologninicosta è un collettivo che si occupa di arti performative. È un progetto di ricerca sociale e artistica, nato nel luglio 2015 dall’incontro tra Sofia Bolognini (drammaturga, regista, trainer fisico-emozionale, laureata in Filosofia) e Dario Costa (compositore musicale, live performer, ricercatore sociale, laureato in Psicologia della Comunicazione e in Sociologia). E’ un progetto che si interessa di questioni civili utilizzando gli strumenti offerti dalla sociologia: indagine sul campo, raccolta dati, interviste. È uno studio che attraverso l’attivismo creativo va alla ricerca di nuovi linguaggi. bologninicosta è un tentativo di contaminazione e sfondamento tra pratiche diverse di comunicazione col pubblico, un’officina creativa in cui vocazione civile e onestà artistica vanno di pari passo, nel tentativo sempre aperto di ridisegnare un’ipotesi di spettacolarità più autentica e meno grossolana, una forma di fruizione più consapevole e precisa, veramente umana. bologninicosta è un progetto artistico riconosciuto nel 2017 dalla Regione Lazio tra i migliori 10 attivi sul territorio nel campo delle Performing Arts.

Il primo spettacolo “ROMEOeGIULIO” è stato programmato a Roma, Formia (LT), Chiaravalle (AN), L’Aquila, Porto San Giorgio (FM). Vince i premi Miglior Regia e Miglior Spettacolo al Festival Internazionale di Skopje (Macedonia). Selezionato in residenza presso Teatro del Lemming (Rovigo) e al Festival Dominio Pubblico presso il Teatro India (Teatro di Roma).
LA CATTIVITÀ” è una performance selezionata per la Residenza “MigraMenti Off” presso il Teatro Comunale di Badolato (CZ), al Festival Internazionale 99 Arts (MarteLive) ed al Festival ConfrontiCreativi dove vince il Premio ConfrontiCreativi 2016.
A giugno 2016 nasce il primo evento bologninicosta, presso il Teatro Testaccio di Roma: “bologninicosta showcase”.
Il progetto “Le Città Visibili” è selezionato in Residenza a Macomer (NU) presso il Festival della Resilienza 2016, promosso da Sardegna Teatro, Sardegna Film Commission, Università La Sapienza, Link Campus University e altri.
Nel 2016 Sofia Bolognini è selezionata in Residenza per NdN Network Drammaturgia Nuova di Residenza IDRA, Kilowatt e altri con il testo “Odissea Punto Zero”.
Sempre nel 2016 vince il Primo Premio Nazionale di Drammaturgia Contemporanea Cendic-Segesta con il testo “Figlie d’Egitto ovvero Le Supplici”. In collaborazione con il Cendic e con Teatro di Roma, il testo è stato presentato sotto la direzione bologninicosta al Festival di Segesta 2016 e con gli allievi della Scuola di Perfezionamento del Teatro di Roma presso il Teatro Argentina. Lo spettacolo realizzato da bologninicosta con la produzione del Centro Teatrale Meridionale ha debuttato al Teatro Antico di Segesta presso il Festival Dionisiache 2017, presentato a Roccella Jonica (RC) e selezionato al Festival dell’Arena a Roma.
Il primo Percorso Tematico Esplorativo è “CANTIERI INCIVILI”, un progetto di ricerca sociale sull’instabilità lavorativa. Sul tema sono state condotte interviste discorsive, focus group e due workshop (uno a Skopje, in lingua inglese con 40 performer provenienti da Russia, Romania, Grecia, Serbia e il secondo a Roma). Il progetto è selezionato in Residenza al NOPS Festival di Roma (primo studio: “Anche l’Attore va in Paradiso”) e in Residenza al Nuovo Cinema Palazzo di Roma, coproduttore dello spettacolo “ST(r)AGE”. Il testo ”RANCORERABBIA” di Sofia Bolognini vince il Concorso Internazionale di Drammaturgia Contemporanea L’Artigogolo 2017, e viene presentato come primo studio al Festival Inventaria 2017 e al Festival Indivenire di Roma. Dall’inizio del percorso, CANTIERI INCIVILI ha coinvolto tra laboratori, interviste, focus group e performance un numero di 103 giovani lavoratori dello spettacolo dal vivo, per una squadra di otto giovani tecnici che ha lavorato e collaborato per la realizzazione del progetto.

RESPONSABILI DEL PROGETTO

Sofia Bolognini è un’autrice e drammaturga teatrale, regista e direttrice bologninicosta. Laureata in Filosofia presso La Sapienza. Vincitrice del Primo Premio di drammaturgia contemporanea Cendic-Segesta, Premio internazionale di drammaturgia contemporanea L’Artigogolo, Premio Letterario Internazionale La donna si racconta, Premio Miglior Regia all’International Theatre Festival di Skopje. Finalista del progetto NdN – Network Drammaturgia Nuova di Residenza Idra e del concorso di drammaturgia Belli Corti. Le sue opere sono state pubblicate da L’orecchio di Van Gogh, Wildboard Editore, L’Erudita, Editoria&Spettacolo, ChiPiùNeArt Edizioni, e sono state presentate alla Fiera Nazionale del Libro di Torino.

Dario Costa è un compositore musicale, ricercatore sociale e direttore bologninicosta. Laureato triennale in Psicologia della Comunicazione presso L’Università Milano-Bicocca e magistrale in Ricerca Sociale presso La Sapienza. Esperto in live performance elettroniche e conduzione di training vocali, compone ed esegue dal vivo colonne sonore nell’ambito delle performing arts. Si è formato come organizzatore presso il Master “Teatro d’Impresa” del Teatro dell’Orologio.